I CONTENUTI

Casi di successo
Workshop Formativi
Workshop Business
Aree Tematiche
Arena Marketing Trends
Speciale PA
Speciale retail/GDO
Speciale Canale ICT
  Elenco completo (.xls)

» Elenco relatori
» Elenco aziende
» I consigli della tua Associazione

Scopri come innovare
e ridurre i costi
Percorsi dell'Innovazione
Premio Innovazione ICT
Media partner
STAMPA / NEWS
Per esporre
Area Riservata Espositori
Home   »   Workshop Formativi Bari 10

 

 
  (cod.1581) Tecnologie su base semantica e Ubiquitous computing per il supporto alle decisioni in ambito ospedaliero  

A cura di: Politecnico di Bari - DIMEG
Relatore: Ruta Michele, Scioscia Crescenzio  
Categoria : Workshop Formativi Bari 10
Area: ICT e innovazione in Sanitą: le principali opportunitą per le imprese
Giorno/Ora :       ore: 10:00
Durata : un'ora
Sala: Sala 2

L'adozione di tecnologie RFID (identificazione a radiofrequenza) per il tracciamento di pazienti, farmaci, personale ed attrezzature nelle strutture ospedaliere ha un impatto significativo sulla qualità dei servizi sanitari. Le esperienze condotte sinora a livello mondiale evidenziano un incremento della sicurezza, dell'efficienza d'uso delle risorse e della capacità di far fronte a situazioni di emergenza.
Ciò nonostante, l'utilizzo di RFID per la pura identificazione degli oggetti limita i benefici della tecnologia. In particolare, si denotano difficoltà d'adattamento dei workflow che coinvolgono gli operatori sanitari e limitati benefici nel supporto alle decisioni per il personale medico.
Il workshop  propone un sistema di nuova generazione per il supporto alle decisioni nella gestione clinica dei pazienti. Esso si fonda su un'estensione di tecnologie RFID standard con il supporto a dati annotati su base semantica e su un'infrastruttura di rete wireless ad-hoc facilmente integrabile nel sistema informativo ospedaliero. Descrizioni complesse, dotate di un opportuno significato rispetto ad un'ontologia di riferimento e correttamente compresse, vengono memorizzate sull'etichetta RFID applicata a ciascun paziente, farmaco e operatore sanitario. L'integrazione di un lettore RFID nel posto-letto del paziente permette quindi di rilevare l'evento di somministrazione di una terapia ad un paziente. La modellazione da una parte delle indicazioni e controindicazioni terapeutiche dei farmaci, dall'altra del profilo clinico del paziente, consente al sistema di effettuare procedure di inferenza automatizzata che permettono di scoprire potenziali controindicazioni della terapia rispetto allo specifico paziente e di suggerire trattamenti alternativi in base al grado di compatibilità con la situazione clinica del paziente. In tal modo il sistema, oltre a garantire i benefici derivanti dall'uso di RFID per identificazione e tracciamento, può offrire al personale medico un supporto alle decisioni di alto profilo, disponibile in maniera automatica e contestuale, cioè senza alterare le consuete procedure operative o richiedere interazioni complesse con il sistema informatico.
E' stato realizzato un prototipo simulato dell'infrastruttura e, in collaborazione con uno specialista del settore, è stata sviluppata una ontologia relativa al dominio delle connettiviti, un'importante classe di patologie reumatiche. Il caso di studio condotto ha permesso di valutare la fattibilità, l'efficacia e la qualità dei risultati del sistema. Essi verranno presentati e discussi con l’ausilio e il supporto dello specialista reumatologo.

 

Allegati: